Accetto i cookies di questo sito

Utilizziamo i cookies per migliorare la qualità del nostro sito web. Per ulteriori informazioni sui cookies utilizzati, vi invitiamo a leggere (….) Politica dei cookies. Se continui senza modificare le impostazioni dei cookies, acconsenti al presente utilizzo, ma, se desideri, puoi trovare, nella nostra Politica dei Cookies, le informazioni su come rimuovere i cookies modificando le tue impostazioni.

Definizioni

All’inizio della gara tutti i giocatori sono in-gioco. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-gioco. Questi giocatori, quindi, possono essere puniti fino a che non ritornano di nuovo in-gioco.

Nel gioco aperto un giocatore è in fuori-gioco se si trova davanti ad un compagno di squadra portatore del pallone oppure davanti al compagno di squadra che per ultimo ha giocato il pallone.

Fuori-gioco significa che un giocatore è temporaneamente fuori dal gioco Tali giocatori sono punibili se prendono parte al gioco.

Nel gioco aperto, un giocatore può essere rimesso in-gioco da un'azione di un compagno di squadra o da un’azione di un avversario. Tuttavia, il giocatore in fuori- gioco non può essere rimesso in-gioco se interferisce con il gioco; oppure avanza verso il pallone, o non si allontana di 10 metri dal punto di caduta del pallone.

11.1 Fuori-gioco nel gioco aperto

(a)

Un giocatore che si trova in una posizione di fuori-gioco può essere punito soltanto se fa una di queste tre azioni:

  • interferisce con il gioco, o
  • avanza o si sposta verso il pallone o
  • non rispetta la Regola dei 10-metri (Regola 11.4).

Un giocatore che è in posizione di fuori-gioco non è automaticamente sanzionato.

Un giocatore che riceve un passaggio in-avanti involontario, non è in fuori-gioco.

Un giocatore può essere in fuori-gioco nell'area di meta.

(b)
Fuori-gioco ed interferenza con il gioco. Un giocatore che è in fuori-gioco non deve prendere parte al gioco. Ciò significa che il giocatore non deve giocare il pallone od ostacolare un avversario.
(c)
Fuori-gioco e avanzamento. Quando un compagno di squadra di un giocatore in fuori-gioco calcia il pallone in avanti, il giocatore in fuori-gioco non deve avanzare verso gli avversari che stanno attendendo di giocare il pallone, oppure muoversi verso il punto di caduta del pallone, finché non viene rimesso in-gioco.12

Sanzione: quando un giocatore viene penalizzato perché si trova in fuori-gioco nel gioco aperto, la squadra avversaria sceglie tra un calcio di punizione sul punto dell’infrazione o una mischia sul punto in cui la squadra che ha commesso l’infrazione ha giocato il pallone l’ultima volta. Se il pallone è stato giocato, l’ultima volta, nell’area di meta di quella squadra, la mischia viene formata a 5 metri dalla linea di meta, in linea con il punto in cui è stato giocato il pallone.

11.2 Giocatore rimesso in gioco dall’azione di un compagno di squadra

Nel gioco aperto esistono tre modi per cui un giocatore in fuori-gioco può essere rimesso in-gioco da una sua azione o da quella dei suoi compagni di squadra;

(a)
Azione del giocatore. Quando il giocatore in fuori-gioco ritorna velocemente dietro al compagno di squadra che per ultimo ha calciato, toccato o portato il pallone, è rimesso in-gioco.
(b)
Azione del portatore del pallone. Quando il compagno di squadra, portatore del pallone, supera il giocatore che si trova in fuori-gioco, questi è rimesso in-gioco.
(c)
Azione del calciatore o di un altro giocatore in-gioco. Quando il calciatore, oppure un compagno di squadra che era in linea oppure dietro il calciatore al momento del calcio (oppure dopo), supera il giocatore in fuori-gioco, questi è rimesso in-gioco. Quando correndo in avanti, un compagno di squadra esce in touch o in touch di meta, deve rientrare nell’area di gioco per rimettere in-gioco il giocatore in fuori-gioco.

Giocatore rimesso in gioco dall’azione di un compagno di squadra

11.3 Giocatore rimesso in-gioco dall’azione degli avversari

Nel gioco aperto, esistono tre modi con i quali un giocatore in fuori-gioco può essere rimesso in-gioco da un'azione della squadra avversaria. Questi tre modi non si applicano ad un giocatore in fuori gioco secondo la Regola dei 10-metri.

(a)
Fare 5 metri con il pallone. Quando un avversario che porta il pallone percorre 5 metri, il giocatore in fuori-gioco è rimesso in-gioco.
(b)
Calciare o passare. Quando un avversario calcia o passa il pallone, il giocatore in fuori-gioco è rimesso in-gioco.
(c)
Toccare volontariamente il pallone. Quando un avversario tocca volontariamente il pallone, senza riuscire a trattenerlo, il giocatore in fuori-gioco è rimesso in-gioco.

Giocatore rimesso in gioco dall’azione di un avversario

11.4 Fuori gioco secondo la regola dei 10-metri
(a)
Quando un compagno di squadra di un giocatore in fuori-gioco calcia il pallone in avanti, il giocatore in fuori-gioco è considerato partecipante al gioco se si trova davanti ad una linea immaginaria che attraversa il campo a 10 metri dall’avversario che attende di giocare il pallone, oppure dal punto in cui il pallone cade o potrà cadere. Il giocatore in fuori-gioco deve immediatamente rientrare dietro questa linea immaginaria dei 10 metri o dietro al calciatore se quest’ultimo si trova a meno di 10 metri di distanza. Mentre si allontana, il giocatore non deve esercitare ostruzione su un avversario o interferire con il gioco.

Sanzione: Calcio di Punizione

(b)

Mentre si allontana, il giocatore in fuori-gioco non può essere rimesso in-gioco da nessuna azione della squadra avversaria. Tuttavia, prima che il giocatore si sia portato a 10 metri, può essere rimesso in-gioco da un qualsiasi compagno di squadra, in-gioco, che lo supera.

(c)

Quando un giocatore che è in fuori-gioco, in base alla Regola dei 10-metri, carica un avversario che è in attesa di prendere il pallone, l’arbitro fischierà immediatamente, punendo il giocatore in fuori-gioco. Un ritardo potrebbe essere pericoloso per l’avversario.

Sanzione: Calcio di Punizione

(d)

Quando un giocatore in fuori-gioco, in base alla Regola dei 10-metri, gioca il pallone che non è stato controllato da un avversario, deve essere punito.

Sanzione: Calcio di Punizione

(e)

La Regola dei 10-metri non cambia per il fatto che il pallone colpisce i pali della porta o la barra trasversale. Ciò che importa è dove il pallone cade a terra. Un giocatore in fuori-gioco non deve essere davanti alla linea immaginaria che attraversa il campo a 10 metri dal punto di caduta del pallone.

Sanzione: Calcio di Punizione

(f)

La Regola dei 10-metri non si applica quando un giocatore calcia il pallone e un avversario contra il calcio e un compagno di squadra del calciatore, che era davanti alla linea immaginaria dei 10-metri che attraversa il campo, gioca il pallone. L’avversario “non era in attesa di giocare il pallone” ed il compagno di squadra è in-gioco. La Regola dei 10-metri si applica se il pallone è toccato o è giocato da un avversario ma non contrato.

Sanzione: Quando un giocatore è punito per essere in fuori-gioco nel gioco aperto, la squadra avversaria può scegliere tra un calcio di punizione sul punto dell’infrazione oppure una mischia sul punto in cui la squadra del giocatore in fuori-gioco ha giocato per ultima il pallone. Se il pallone è stato giocato, per l’ultima volta nell’area di meta della squadra del giocatore in fuori-gioco, la mischia sarà formata a 5 metri dalla linea di meta, in linea con il punto in cui è stato giocato il pallone.

(g)

Se più giocatori sono in fuori-gioco e avanzano dopo che un compagno di squadra ha calciato il pallone in avanti, il segno del calcio di punizione è sul punto dove si trova il giocatore in fuori-gioco più vicino all’avversario in attesa di ricevere il pallone, o più vicino al punto di caduta del pallone.

11.5 Essere rimesso in-gioco secondo la regola dei 10-metri

(a)

Il giocatore in fuori-gioco deve ritirarsi dietro la linea immaginaria dei 10-metri che attraversa il campo, altrimenti potrà essere punito.

(b)

Mentre si ritira, il giocatore può essere rimesso in-gioco, prima di essersi portato dietro la linea immaginaria dei 10-metri, da una delle tre azioni della sua squadra elencate nel precedente punto 11.2. Tuttavia, il giocatore non può mai essere rimesso in-gioco da un’azione della squadra avversaria.

11.6 Fuori-gioco involontario

(a)

Quando un giocatore in fuori-gioco non può evitare di essere toccato dal pallone o da un suo compagno di squadra che lo porta, il giocatore è in fuori-gioco involontario. Se la squadra del giocatore non guadagna un vantaggio da quest’azione, il gioco può continuare. Se la sua squadra guadagna un vantaggio, una mischia sarà concessa; l'introduzione del pallone sarà effettuata dalla squadra avversaria.12

(b)

Quando un giocatore passa il pallone ad un suo compagno di squadra che gli è davanti, quest'ultimo è in fuori-gioco. Chi riceve il pallone, salvo che non sia considerato volontariamente in fuori-gioco (in questo caso sarà accordato un calcio di punizione), è in fuori-gioco involontario, ed una mischia sarà concessa; l'introduzione del pallone sarà effettuata dalla squadra avversaria.

11.7 Fuori-gioco dopo un in-avanti

Quando un giocatore effettua un in-avanti, un compagno di squadra in fuori -gioco, sarà punito se gioca il pallone impedendo ad un avversario di guadagnare un vantaggio.

Sanzione: Calcio di Punizione

11.8 Giocatore che si ritira ed è rimesso in gioco durante un ruck, un maul, una mischia o una rimessa laterale

Quando si forma un ruck, un maul, una mischia o una rimessa laterale, un giocatore che è in fuori-gioco e si sta ritirando come richiesto dalla Regola, rimane in fuori-gioco anche quando la squadra avversaria vince il possesso del pallone ed il ruck, il maul, la mischia o la rimessa laterale è conclusa. Il giocatore è rimesso in-gioco quando egli si ritira dietro la sua linea di fuori-gioco. Nessuna altra sua azione né quella dei suoi compagni può rimetterlo in-gioco.

Se il giocatore rimane in fuori-gioco egli può essere rimesso in-gioco solo dall’azione degli avversari. Tali azioni sono le due seguenti:

L'avversario percorre 5 metri con il pallone. Quando un avversario che porta il pallone percorre 5 metri, il giocatore in fuori-gioco è rimesso in-gioco. Un giocatore in fuori-gioco non è rimesso in-gioco quando un avversario passa il pallone. Anche se gli avversari si passano il pallone più volte, la loro azione non rimette in-gioco il giocatore in fuori-gioco.
Calcio degli avversari. Quando un avversario calcia il pallone, il giocatore in fuori-gioco è rimesso in-gioco.
11.9 Temporeggiare

Un giocatore che rimane in una posizione di fuori-gioco è un “temporeggiatore”. Un “temporeggiatore” che impedisce alla squadra avversaria di giocare il pallone come lei desidera è un partecipante al gioco, e va punito. L’arbitro deve assicurarsi che il “temporeggiatore” non tragga un vantaggio dall’essere rimesso in-gioco dall’azione della squadra avversaria.

Sanzione: Calcio di Punizione sulla linea di fuori-gioco del giocatore che ha commesso l’infrazione.